Salone del Mobile 2013: finalmente un po’ di colore!

Home » Eventi » Salone del Mobile 2013: finalmente un po’ di colore! | 17 aprile 13

Salone del Mobile 2013: finalmente un po’ di colore!

Pin It

Si è conclusa da qualche giorno la 52esima edizione del Salone Internazionale del Mobile e come ogni anno novità e tendenze non sono di certo mancate.

Oltre 2500 espositori hanno presentato il proprio concetto di arredamento, creando fantastiche ambientazioni o semplicemente isolando un prodotto per rivolgervi tutta l’attenzione.
Nonostante gli innumerevoli stands, siamo comunque riusciti a delineare delle tendenze comuni per il futuro del mondo dell’arredamento.

Le parole chiave del Salone 2013 sono colore, vintage, legno, sostenibilità e riciclabilità: così possiamo riassumere in poche parole un’edizione che ha finalmente visto un minore uso del bianco e del tortora, a favore di colori accesi o tinte pastello, un maggiore utilizzo del legno, una predilizione per lo stile vintage e retrò, ma con una costante attenzione alle tematiche di riciclabilità dei materiali.

Il colore ha decisamente catturato la nostra attenzione: dopo anni di Total White e di bianco ottico, di scale di grigi o di tortora, abbiamo trovato macchie di colore nella maggior parte degli stands. Che si tratti di sola oggettistica di decoro o di intere sedute o mobili, tonalità pastello azzurro, rosa e arancio, ma anche colori fluo e colori primari arrederanno con allegria e vivacità le nostre case.

Già presente nell’edizione 2012, si afferma anche quest’anno la tendenza a un maggiore utilizzo del legno, soprattutto in unione ai materiali plastici. E così le sedie in metallo che si sono affermate nel passato si dotano oggi di gambe in legno, mantenendo scocca e design originali.

Anche per i mobili della zona giorno o per i tavoli vale il discorso del ritorno al legno: il materiale che di per sé dà calore all’ambiente e lo riempie, viene oggi utilizzato per creare tavoli alleggeriti nelle forme, snelli, dalle linee essenziali e minimaliste, non più goffe e pompose.

Ante e cassetti vengono decorati con finiture legno, caratterizzate da superfici irregolari, ruvide, colori non uniformi, proprio come lo sono i materiali in natura.

Sedie e imbottiti in generale sono stati presentati in Fiera con rivestimenti Vintage: spesso si tratta di vera pelle lavorata fino a ottenere un effetto anticato, ma altrettante volte i materiali sono il risultato di studi rivolti alla creazione di nuovi tessuti sintetici, il più possibile simili a quelli naturali, ma con un’attenzione mirata all’eco-sostenibilità.

Il vintage lo si nota non solo nella pelle o nei tessuti anticati, bensì anche sul frequente utilizzo di trapuntature e di punzonature.

Il Salone di quest’anno ci ha positivamente colpiti per l’impegno di moltissime aziende nel proporre prodotti d’arredo riciclabili e incentrati sull’eco-sostenibilità: sedute e mobili presentano strutture in legno certificato FSC, proveniente da foreste gestite secondo determinati standard ambientali, sociali ed economici. I tessuti di rivestimento vengono realizzati con fibre organiche provenienti da coltivazioni biologiche garantite, mentre le componenti in plastica sono studiate per assicurare la riciclabilità quando non serviranno più.

Molte quindi le novità di questa edizione del Salone del mobile, novità che saranno presto presenti in vendita su Sediarreda.com….Stay tuned!

Tags: , , , ,

Ti potrebbe interessare anche:

« Precedente Successivo »

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>