Novità Pedrali: spazio ai materiali e al design funzionale

Home » Novità » Novità Pedrali: spazio ai materiali e al design funzionale | 30 aprile 14

Novità Pedrali: spazio ai materiali e al design funzionale

Pin It

Colorati come lego, armoniosi e sinuosi come una creazione di plastilina. Sono i nuovi prodotti che, al Salone del Mobile 2014, Pedrali ha presentato sospesi nell’aria in uno stand arioso e d’effetto, su progetto di Migliore+Servetto Architects. Dieci i gruppi di “Flying Boxes” che si aprivano come matrioske verso l’alto, in volumi diversi, definiti solo da un leggero segno wireframe, svelando e mettendo in luce i prodotti della nuova collezione.

Le novità 2014 mettono in primo piano la centralità del legno e dell’imbottito al fianco dei materiali plastici, sempre con uno sguardo all’innovazione tecnologica. La sedia Babila, ad esempio, con scocca in tecnopolimero, proposta con telaio in metallo, impilabile, è disponibile anche nella versione con gambe in legno. Dall’incontro tra artigianalità e innovazione tecnologica è nata invece la sedia Tivoli. Forme semplici e massimo comfort per questa seduta che presenta in chiave moderna il design della sedia tradizionale. Il telaio è in essenza di frassino, il sedile in multistrato e lo schienale in multistrato tridimensionale. Tivoli si può avere anche nella versione imbottita.

Particolarmente interessanti le poltroncine imbottite Log e Laja, adatte a colorare e personalizzare l’ufficio e gli ambienti pubblici. Log, ad esempio, completamente imbottita, è costituita da un volume unico compatto nel quale è ricavata una seduta che avvolge il corpo senza intralciare i movimenti. Un caldo abbraccio colorato! Laja, invece, presenta dettagli sartoriali dell’imbottitura impreziositi da combinazioni di pelle e tessuto, che si ispirano al mondo della moda.

Superati i 50 anni di produzione industriale, Pedrali si è presentato al 53° Salone del Mobile di Milano con una collezione che sa unire funzionalità al design contemporaneo per arredare con disinvoltura gli spazi pubblici, l’ufficio e la casa.


Tags: ,

Ti potrebbe interessare anche:

« Precedente Successivo »

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>