Illuminare la zona notte? Una questione tutta da studiare

Home » Consigli d'arredo » Illuminare la zona notte? Una questione tutta da studiare | 30 dicembre 14

Illuminare la zona notte? Una questione tutta da studiare

Pin It

Nel luogo più intimo della casa, in cui ci ritiriamo la sera per farci cullare da Morfeo, la luce deve essere principalmente riposante. A dominare devono essere giochi di ombre che si rincorrono sulle pareti e si stendono su coperte e cuscini.

In camera, sono indispensabili i punti luce ai fianchi del letto. In genere sui comodini si posizionano le lampade da tavolo: Abatjour classiche e moderne, etniche o tiffany, minimal o estrose, le possibilità di scelta sono davvero infinite, l’importante è che siano a luce schermata, per non dare fastidio agli occhi.

 

 

 

 

 

 

 

Si possono preferire anche delle applique orientabili a luce diretta, perfette per leggere. In aggiunta offrono il vantaggio di non ingombrare il comodino. Anche in questo caso la scelta è ampia sia in termini di linee e forme sia grazie all’impiego di materiali diversi: vetro, metallo o plastica.

Se avete la casa molto piccola, come ad esempio un monolocale, la zona notte non è più esclusiva ed è destinata a trasformarsi in un ambiente nel quale svolgere attività di vario genere: può ad esempio trovare spazio una piccola scrivania, per lavorare a pc o scrivere. In questo caso l’illuminazione da soffitto diventa determinante: una plafoniera con dimmer è la soluzione giusta per regolare l’intensità luminosa, secondo le esigenze.

E nella camera dei più giovani? Si può creare un’atmosfera speciale affiancando all’illuminazione principale dei punti luce colorati. Ad ogni esigenza, una soluzione. Scegliete quella che più vi piace!

Tags: , , , , ,

Ti potrebbe interessare anche:

« Precedente Successivo »

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>