Bang: la foresta di sgabelli di Ai Wei Wei

Home » Eventi » Bang: la foresta di sgabelli di Ai Wei Wei | 06 settembre 13

Bang: la foresta di sgabelli di Ai Wei Wei

Pin It

Talvolta oggetti d’uso quotidiano possono trasformarsi in opere d’arte: è il caso di “Bang”, la foresta di sgabelli presentata da Ai Wei Wei alla Biennale d’Arte di Venezia 2013.

Il celebre artista reinterpreta un pezzo d’antiquariato della tradizione cinese, lo sgabello in legno a tre gambe.

Biennale di Venezia 2013 Bang - Ai Wei Wei con 886 sgabelli in legno

Per secoli questo sgabello è stato protagonista nella Cina di un tempo, presente in ogni famiglia di ogni strato sociale; con l’arrivo della modernizzazione la produzione è crollata e i mobili in legno sono stati soppiantati dai nuovi materiali come la plastica e l’alluminio.

Ai Wei Wei ha assemblato 886 sgabelli, oggetti stereotipati che allo stesso tempo mantengono una loro individualità, aggrovigliandoli in una foresta dal forte impatto visivo che si sviluppa sia in larghezza che in altezza.

Biennale di Venezia 2013 padiglione tedesco | Bang installazione di Ai Wei Wei

© Roman Mensing in cooperation with Thorsten Arendt, artdoc.de.

La struttura complessa formata dalla disposizione degli sgabelli è in costante tensione e richiama il dinamismo della vita moderna.

Il singolo sgabello mantiene un’impronta individuale anche in una struttura articolata come questa, portandoci a interpretare l’opera con la metafora del singolo individuo, in costante relazione con un mondo globale in espansione alla velocità della luce.

Biennale di Venezia 2013 | Bang - Ai Wei Wei

© Roman Mensing in cooperation with Thorsten Arendt, artdoc.de


Per approfondimenti:
deutscher-pavillon.org

 

Tags: , ,

Ti potrebbe interessare anche:

« Precedente Successivo »

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>